11.6.06

Ti metto in croce










L'advertising occupa gli spazi urbani più del consentito.
I semafori diventano territori cromatici
per veicolare associazioni dirette con marche che affidano
anche a un colore dominante la loro memorabilità.
Ma la città potrà vendere anche uno spazio come l'attraversamento pedonale,
per arrotondare le casse amministrative
e lasciare che l'advertising spadroneggi un po' ovunque.
Più di quanto già non faccia.
Giuseppe Reale

1 Comments:

Anonymous Nyky said...

In merito alla soluzione IBM non dimeticate una cosa: un'ad che da' il meglio di se solo se vista dall'alto, quando il pubblico si trova in basso, perde gran parte della sua efficacia.

In ogni caso un'idea creativa non è mai buona o cattiva, può soltanto essere adeguata o inadeguata allo scopo. Non buttate mai niente di quello che fate, potrebbe tornare utile in altre occasioni...

Saluti
Nyky

12:02 PM  

Posta un commento

<< Home